Ventilazione

Appassionato del Metodo KAIZEN (改善), il mio obiettivo principale è trasmettere i concetti di miglioramento continuo, uscendo quindi fuori dallo standard di traguardo fisso o punto di arrivo e aprendo gli orizzonti ad un concetto di obiettivo dinamico. Il raggiungimento di tale status risulterà essere tanto più semplice, tanto più si riuscirà nel tempo a mantenere costante il livello di curiosità verso il perenne cambiamento.

Prima Uscita – Analisi del contesto e Gerarchia dei Controlli

Abstract

Questa serie di articoli mira a fornire una linea guida per il corretto uso dei controlli di ventilazione nei luoghi di lavoro industriali dove è potenzialmente presente SARS-CoV-2 (il Coronavirus responsabile del COVID-19).

Le seguenti raccomanded pratices sono da intendersi come guida per i professionisti della Salute e Sicurezza nei Luoghi di Lavoro e Ambientali (HSE), compresi i gestori degli impianti, che cercano di mitigare l’esposizione per la loro forza lavoro durante la pandemia da COVID-19.

Nel presente articolo saranno incluse le strategie di controllo dell’esposizione al Coronavirus considerando tutta la gerarchia dei controlli dell’igiene industriale tradizionale. Si forniranno alcuni suggerimenti pratici sull’uso dei principi e dei concetti di ventilazione che possono aiutare a ridurre l’esposizione dei lavoratori a goccioline di aerosol che possono contenere il Virus veicolandolo da un soggetto infetto ad uno vulnerabile.

Lo scopo è quello di aiutare i datori di lavoro a selezionare e progettare controlli di ventilazione idonei alle specifiche esigenze del proprio sito industriale o qualsiasi altro luogo di lavoro da lui controllato. Il tipo di industria, occupazione dei lavoratori, profilo di esposizione, clima, layout dell’impianto e le condizioni ambientali interne influenzeranno il modo in cui queste linee guida dovrebbero essere interpretate.

Modalità di trasmissione del COVID-19

Il COVID-19 è causato da un Virus a RNA a filamento singolo con un involucro lipidico avente un diamentro di circa 120 nm (dimensione della particella baganta più grande).

Le informazioni attualmente disponibili caratterizzano questo rischio biologico come potenzialmente grave nei suoi effetti, altamente contagioso, associato a una significativa percentuale di individui infetti (molti dei quali asintomatici) e trasmissibile da persona a persona. L’infezione inizia attraverso inalazione e contatto con occhi, naso e bocca e l’intervallo di dose infettiva è tutt’ora sconosciuto.

Nello specifico, è stato dimostrato che la trasmissione della malattia avviene da persona a persona e si ritiene avvenga attraverso:

  • propulsione di goccioline (droplet) di grandi dimensioni generate da tosse e starnuti direttamente nel viso, nel naso, negli occhi o nella boccca di un individuo vulnerabile nelle vicinanze (trasmissione tramite droplet);
  • inalazione di particelle infettive generate dalla respirazione, dal parlare, dal canto, che rimangono sospese per lunghi periodi o distribuite da correnti d’aria interne (trasmissione per aerosol);
  • contatto contaminato muco-muco (trasmissione per contatto).

Non può essere esclusa la trasmissione per via aerea dovuta ad inalazione di particelle infettive a lunga distanza dalla sorgente infettante veicolata proprio dai sistemi di ventilazione che se mal gestiti possono estendere la vitalità del Coronavirus nell’aria.

Poichè questi aerosol sono una via di esposizione potenzialmente importante, il loro controllo deve essere considerato in una strategia più ampia e globale per ridurre al minimo la trasmissione del COVID-19 in ambienti industriali.

La ventilazione, come tipo di controllo ingegneristico, può svolgere un ruolo importante nel controllo dell’esposizione ad un aerosol infettivo in un luogo di lavoro industriale al coperto.

La Gerarchia dei Controlli

Come parte della normale valutazione dei pericoli, esperti come gli igienisti industriali (CIH) dovrebbero ispezionere e valutare ogni area del luogo di lavoro attraverso l’uso della Hierarchy of Controls (Gerarchia dei controlli) per determinare il miglior modo per proteggere i lavoratori. Questa implica l’annotazione di tutti i processi e le condizioni che possono danneggiare i dipendenti a causa di sostenze chimiche, polveri, macchinari pericolosi ecc.

Durante l’attuale pandemia, è necessario individuare quei processi che possono aumentare il rischio di esposizione dei lavoratori al Virus. Questa esposizione avverrà principalmente attraverso la vicinanza prolungata ad altri lavoratori che sono infetti, ma potrebbe includere anche l’uso di attrezzature e mezzi condivisi, una ventilazione inadeguata o scarsamente gestita e uno stretto contatto associato a un numero eccessivo di dipendenti presenti nelle aree comuni (come caffetterie e aree ristoro) contemporaneamente.

Come mostrato nella Figura 1, i metodi di controllo di un pericolo diventano generalmente meno efficaci spostandosi verso il basso.

Figura 1 – Hierarchy of Controls (NIOSH, 2015)

Partendo dall’alto, l’Eliminazione comprende la rimozione della fonte, nel nostro caso la rimozione di individui infetti dal luogo di lavoro, possibile attraverso screening o test, utilizzo dello smart working, limitazione del numero di individui presenti contemporaneamente in uno spazio o imposizione di distanziamento sociale, misure utili alla riduzione della concentrazione del virus nell’aria.

La Sostituzione indica il sostituire la fonte di contagio con qualcosa di meno pericoloso, nel caso della pandemia da COVID-19 potrebbe non essere una soluzione praticabile se non con l’ancora prematuro utilizzo di Robot in sostituzione delle persone fisiche.

Controlli Ingegneristici, Amministrativi e Dispositivi di Protezione Individuale (DPI), ricoprono un ruolo fondamentale nella protezione dei lavoratori durante la pandemia. Sebbene i controlli tecnici siano generalmente più protettivi per i lavoratori, a causa della natura del virus e dei limiti della maggior parte dei sistemi di ventilazione industriale, i controlli amministrativi o qualche forma di Protezione Personale possono anche essere essenziali in combinazione con i controlli tecnici, come la ventilazione.

Di Mattia Zita

“Da non perdere la Seconda Uscita dove approfondiremo il tema dei Controlli Ingegneristici e i principi base per la ventilazione contro il COVID-19 in un ambiente industriale.”

Fonti:

  1. ACGIH® Industrial Ventilation Committee, Ventilation for Industrial Settings during the COVID-19 Pandemic, august 2020

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *